Home Recensioni FAR CRY 5

FAR CRY 5

851 views
Far Cry 5 inizioLET’S MAKE AMERICA GREAT AGAIN

Nell’ultimo anno il gruppo Ubisoft ha compiuto un vero e proprio miracolo. Seppur con vari Team sparsi per il mondo, la compagnia è riuscita a risollevare le sorti di alcuni brand caduti nel circolo della monotonia da troppo tempo, così come a crearne di nuovi meravigliosamente belli. Senza guardare troppo indietro abbiamo il premiatissimo Mario + Rabbids: Kingdom Battle, diventato un must have per i possessori di Nintendo Switch, Assassin’s Creed Origins, che è stato chiamato a risollevare le sorti di una serie abbastanza lontana dai fasti di Ezio Auditore e che ci è riuscito brillantemente, ma anche titoli ancor meno convenzionali, come South Park: Scontri Di-Retti, che ha spaccato letteralmente la critica, ma che è stato apprezzato tantissimo dai fan della serie. E arriviamo quindi a questo Far Cry 5 che arriva su PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows esattamente a quattro anni di distanza dal suo predecessore canonico. Sarà riuscita Ubisoft Montreal a mantenere alta l’asticella della saga? Scopriamolo insieme.

Far Cry - 1

Joseph Seed, il Profeta.

Hope Country. Montana. Joseph Seed è un fanatico che ha fondato una vera e propria setta che ha preso il possesso della regione, reclutando persone e terrorizzando chiunque si opponga al suo cammino. Egli è sostenuto da tre fedelissimi servitori: il fratello maggiore, Jacob, che recluta e addestra i membri tra le montagne Whitetail, John, il fratello minore, insediato nell’Holland Valley, e Faith, “sorella” che si occupa della produzione di una droga allucinogena, il Gaudio, nella regione di Henbane River. Il “Vice”, protagonista della storia, fa parte di un equipe congiunta di Marshals e Dipartimento dello Sceriffo della contea, giunta a Eden’s Gate per arrestare Joseph con l’accusa di sequestro di persona. Pur non opponendo resistenza, egli riuscirà a fuggire con l’aiuto dei suoi adepti. Partirà così la missione del Vice, ovvero recuperare i suoi commilitoni presi in ostaggio dalla setta e rinforzare la resistenza della regione del Montana per consegnare alla giustizia la famiglia Seed.

Far Cry 5 - 2

Sistema di guida non propriamente perfetto, ma efficace.

Pronti via nel Menu ritroviamo diverse voci. Ovviamente è presente la Modalità Campagna che ci permetterà da subito di immergerci nella fantastica storia che ci accompagnerà per tutta l’opera videoludica. Ma non sottovalutiamo anche la Modalità Arcade, di cui parleremo più avanti. Superato il prologo citato nel paragrafo precedente, ci ritroveremo nei panni del Vice. Dopo una breve personalizzazione del nostro personaggio, che vedremo per lo più nelle scene di morte, avrà inizio la storia. La mappa è divisa in tre zone, ciascuna “governata” da uno dei tre fedeli di Joseph Seed: John, Jacob e Faith. Si avrà una certa libertà nello scegliere la zona da cui partire. Prima di accedere allo scontro con il capo zona, si dovranno compiere una serie di azioni che permettono di riempire la barra dei Punti Resistenza. Per fare ciò si dovranno completare le missioni principali della storia, missioni secondarie, liberare ostaggi dalla setta, liberare avamposti, distruggere altari o punti strategici. Insomma, una serie di attività che permetteranno di riempire la barra già citata. Ad ostacolare ulteriormente il nostro protagonista, inoltre, vi sarà il fatto che la difficoltà aumenta in modo direttamente proprizionale all’avanzare dei vari step step, ovvero aumenterà la sorveglianza, intesa come maggior controllo aereo e delle strade, e presenza differenti numero e tipologie di nemici.

Far-Cry 5-3

Il cane, il miglior amico dell’uomo.

La storia è altamente coinvolgente. Per tutto il gioco si respira un’atmosfera anni ’60-’70, il periodo in cui l’America altamente liberalista provava ad imporsi come modello mondiale e la cultura hippie si espandeva a macchia d’olio in tutto il paese. Così come la scelta del Montana trasmette la voglia di mostrare il lato degli Stati Uniti rustico e lavoratore, ma che si presta anche perfettamente all’atmosfera folkloristica di gioco. Allo stesso tempo non dobbiamo dimenticare che in quel periodo si è avuta anche la nascita di congregazioni a stampo proselitista, come ad esempio il famosissimo Tempio del Popolo fondato dal pastore Jim Jones e poi sfociato in un atroce suicido di massa. Probabilmente un mix di queste culture ha contribuito alla nascita del personaggio “malato” Joseph Seed. E non solo. I personaggi sono davvero bellissimi, ben caratterizzati e che si basano su differenti modelli di personalità. Senza contare che ciascuno presenta un tratto caratteristico importante, ad esempio Faith può simboleggiare la debolezza umana, John è altamente spietato, Jacob è totalmente fuori di testa.

Far-Cry-5-5

La cura per i dettagli.

Da un punto di vista visivo, il motore grafico di Ubisoft, già utilizzato per i precedenti episodi di Far Cry e ulteriormente migliorato, è un punto a favore del titolo. I personaggi sono veramente ben realizzati. I giochi di luce, gli effetti visivi delle esplosioni e delle varie armi, la scenografia. Tutto regge bene e con pochissimi cali. Le differenti regioni presentano caratteristiche che le distinguono. L’effetto psichedelico e i vari trip che si affrontano durante le missioni di Faith sono davvero una gioia per gli occhi. Se poi a questo ci aggiungiamo dei dialoghi che osano sempre, trascurando l’essere politically correct e una colonna sonora che si adegua sempre alle situazioni, allora possiamo dire che il lavoro svolto da Ubisoft Montreal è davvero di alto livello. Soprattutto il motivo country folk, che predomina per quasi tutta la durata dell’avventura, permette di immergersi a pieno in quel lato dell’America che non si vergogna di sporcarsi le mani e che addirittura sfiora il trash nel superamento di una missione o nell’accettare una sfida, dove il titolo mostra tutta la sua “americanità”.

Far Cry 5 - 4

Cose Strane.

Se dal lato visivo e artistico non si ha nulla da recriminare al gioco, altrettanto si potrebbe dire dal punto di vista tecnico. Pur essendo un FPS con comandi classici, Far Cry 5 riesce comunque a distinguersi dalla massa per una serie di finezze che non possono non essere apprezzate. Prima di tutto da lodare le diverse alternative di approccio che si possono avere nelle differenti situazioni, che spaziano dallo stealth, allo spara e fuggi, fino a una vera e propria “pulizia” di massa che può essere fatta in differenti modi, ad esempio con un attacco aereo o con un mezzo pesante. A tal proposito ci sono da lodare le sessioni di volo così come le battaglie aeree, che danno un tocco originale al titolo, cosa che non si può dire, invece, del sistema di guida, altamente limitato dalla prima persona e comunque davvero poco preciso sia nei comandi sia nella gestione della telecamera. Ad aiutare il Vice ci saranno una serie di alleati, umani e animali, che si adegueranno alle varie situazioni e a cui potremo fornire differenti direttive. Inoltre, in base ad una serie di richieste che potranno essere portate a termine, sarà possibile sbloccare dei punti che permetteranno di personalizzare il vostro Alter Ego.

Far Cry 5 - 6

Anche scene strazianti.

Le Boss Fight che affronteremo sono davvero di alto livello, così come le missioni principali della storia avranno un range di difficoltà che ci farà penare in più punti. Se il livello di sfida non è un problema, una piccola pecca può essere la ripetitività di alcuni compiti o sfide necessari per ottenere Punti Resistenza. È un limite del genere e rinnovarsi non è facile. Le cose da fare saranno tante e varie, ma prima di iniziare ad annoiarsi dovranno passare parecchie ore. Passando al lato online o Arcade, anche in questa Modalità di gioco non sarà facile stancarsi presto. Sarà possibile selezionare differenti tipologie di sfida che potranno essere affrontate in Single Player o in cooperativa. La parte più interessante è sicuramente quella che riguarda il creare e/o affrontare scenari creati dai vari videogiocatori. Questi decideranno la scenografia, la modalità con cui affrontare la sfida, la disposizione dei nemici. Una sorta di Editor che quasi ricorda Super Mario Maker, ma in chiave Far Cry. Ovviamente non mancheranno anche modalità competitive multigiocatore, modalità PvE e PvP, e un sistema di avanzamento di livelli.

Far Cry 5 - 7

Un tripudio dell’ “americanità!”

La vera forza di questo Far Cry 5 è quella di coniugare elementi classici della serie e nuovi, dando vita ad un titolo che presenta un bel ritmo di gioco che difficilmente stanca. A tutto ciò dobbiamo unire la figura altamente carismatica del profeta Joseph Seed e dei suoi adepti che riescono a creare una storia e un’atmosfera bella da vivere e da raccontare. Visivamente il gioco è una grazia per gli occhi e presenta una colonna sonora che permette di calarsi alla perfezione nell’America lavoratrice e rusticana, ma anche fortemente liberalista di fine anni sessanta. Non manca di toccare tematiche molto delicate e lo fa con una sfacciataggine non indifferente, ma che porta il videogiocatore ad adorare il titolo. Sotto il profilo del gameplay ci sono alcune scelte non molto condivisibili, ma nel complesso risulta molto soddisfacente. Non male neanche l’online che aumenta di poco una longevità media per il genere. I non amanti degli sparatutto dovrebbero farci anche più di un pensierino perché è un titolo davvero valido, mentre gli amanti degli FPS non possono lasciarselo sfuggire.

Commenta questo articolo

Potrebbe Interessarti...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetta Leggi di più

"LIVE NOW! CLICCA QUI"
OFFLINE